Premio Caterina Bellati De Cia

Premio Caterina Bellati
 


Edizione 2008: assegnato a Giovanni Gargarella


Edizione 2009: conferito sabato 12 dicembre 2009
presso il Museo Civico di Feltre


Premiati a pari merito


Cesare Lasen (a cura),
Tesori naturalistici, Alla scoperta dei paesaggi e della biodiversità dalla montagna al mare nelle province di Belluno, Vicenza, Verona, Mantova e Ancona,
Cariverona 2008, pp. 503.


Attività editoriale della Famiglia Feltrina,
su specifica proposta del Promotore del Premio ing. Alberto De Cia


Menzioni d’onore


Associazione “I Fondasin” (a cura)
Giuseppe e Luigi Vieceli, Fonzaso,
Feltre 2009, pp. 358.


Dino Dal Pan
Santa Giustina. Un Comune. La sua storia, voll. III e IV (1875 – 1995)
Santa Giustina 2006, pp. 638.


Edoardo Zagonel, Fiorenzo Simion,
Storia e ricordi della prima guerra mondiale in Primiero, Feltre 2008, pp. 320.


Piercarlo Begotti ed Ernesto Majoni (a cura)
Dolomites,
Società filologica friulana, Pieve di Cadore 2009, pp. 635.


Alessandra Cusinato
L’arte in Cadore ai tempi di Tiziano
Fondazione Tiziano Vecellio - Alinari 24 Ore,

Firenze 2008, pp. 190.


Paola Chiara Lacedelli
Cortina d’Ampezzo: dai paesaggi ecoculturali al paesaggio in funzione del turismo,
Tesi di laurea specialistica in Scienze Ambientali, Unive 2008.



Studi meritevoli di pubblicazione


Anna Possamai
Un poeta feltrino fra Quattro e Cinquecento: Cornelio Castaldi,
laurea triennale in lettere Unitn 2008, pp. 126.


Eleonora Rossi
La “damnatio memoriae” del Morto da Feltre crea la fortuna critica di Lorenzo Luzzo,
tesi di laurea triennale in Scienze dei beni culturali, Univr 2009, pp. 80.


Diego Toigo
I dipinti murali di Giovanni di Francia nei territori di Feltre, Sovramonte e Conegliano,
tesi di laurea specialistica in storia dell’arte, Uniud 2008, pp. 140.


 


N.B. A partire dall'anno 2011 il Premio non viene più assegnato dalla Famiglia Feltrina. Per chi desiderasse parteciparvi, ulteriori informazioni possono essere richieste all'Istituto Bellunese di Ricerche Sociali e Culturali di Belluno.