Premio Beato Bernardino

Premio Beato Bernardino 2009 all’Associazione Vol.A
Domenica 15 novembre 2009 presso la Sala degli Stemmi del Municipio di Feltre


Presentazione dell’Associazione da parte del Centro di Servizio per il Volontariato (Gianluca Corsetti)


L’Associazione di volontari impegnata nei trasporti sanitari in ambulanza, denominata Vol.A (Volontari Ambulanze) è nata nel 2006. La necessità di creare questo servizio è stata evidenziata e sostenuta in particolare dai comuni di Cesiomaggiore, Santa Giustina, San Gregorio nelle Alpi, Sedico e Sospirolo, dall’ ULSS n°2, nonché dal servizio Regionale di Urgenza ed Emergenza Medica (SUEM).
Tutto il personale che costituisce le unità operative di soccorso è adeguatamente formato e abilitato agli interventi e presta servizio in forma volontaria e gratuita. Scopo di questo servizio di soccorso extraospedaliero è di migliorare così la prima risposta al bisogno sanitario della popolazione, in un territorio geograficamente e morfologicamente esteso a bassa densità abitativa e pertanto ad elevato grado di socialità, gestendo al meglio il trasporto dei pazienti in modo da poter valutarne e stabilizzarne efficacemente già in fase preospedaliera le funzioni vitali.
Data la specificità delle prestazioni è stato necessario provvedere alla formazione dei volontari, attraverso un percorso formativo continuo volto ad acquisire e rafforzare conoscenze e competenze per prestare al meglio il servizio richiesto, frequentando e superando anche un corso abilitante all’uso del defibrillatore semiautomatico, obbligatorio per poter essere operativi sul territorio.
Dal maggio 2007, l’Associazione ha iniziato a svolgere la propria attività, operando sia nel settore dell’assistenza sanitaria con ambulanza ed equipaggio sanitario, in occasione di eventi e manifestazioni a carattere sportivo e ricreativo-culturale, sia per trasferimenti richiesti da privati per ricoveri, dimissioni, visite specialistiche o altre situazioni che presentassero la necessità di utilizzare un’ambulanza con operatori adeguatamente formati.
Dal novembre 2007 VOL.A è presente presso la struttura ospedaliera di Feltre per due pomeriggi alla settimana, per svolgere il trasporto secondario di pazienti che debbano essere trasferiti in case di riposo, in altre strutture sanitarie per visite o terapie oppure essere dimessi. Il servizio si svolge con un’ambulanza concessa in comodato d’uso gratuito dall’ULSS e si rivela quanto mai utile. poiché sgrava il personale medico ed infermieristico del Pronto Soccorso dei trasferimenti secondari, permettendo una maggiore reperibilità per le urgenze primarie. Inoltre i volontari effettuano ore di tirocinio presso il Pronto Soccorso affiancando e collaborando con il personale infermieristico.
Rilevante nella storia dell’Associazione è il momento dedicato alla formazione e all’ educazione alla salute nella scuola che anche il volontariato può esplicare, come espressione di servizio e di contributo ad una migliore qualità della vita. Gli alunni delle classi IV e V delle elementari e dei primi anni delle medie inferiori hanno la possibilità di conoscere da vicino il sistema di emergenza 118 e di apprendere le semplici e corrette procedure per attivare un intervento precoce in caso di emergenza. Inoltre possono visitare un'ambulanza e vedere le sue attrezzature da vicino.
L'Associazione conta circa trecento soci, di cui 120 volontari attivi, dispone di due ambulanze e di una asede a S.Giustina. La composizione sociale dei soci va dallo studente, alla casalinga, dal professionista al pensionato, riuscendo a mettere insieme persone di età differente ed esperienze diverse.
Fra gli obiettivi primari, vi è quello del potenziamento del soccorso avanzato, ampliando l’attuale presenza nella Destra Piave ai comuni di Limana, Mel e Trichiana. L’acquisto di una terza ambulanza consentirebbe di raggiungere capillarmente le località citate in tempi nettamente più rapidi, integrandosi così in piena sinergia con le postazioni di Pronto Soccorso dell'Ulss n°1 e n° 2 di Belluno e Feltre, sotto il coordinamento del Suem provinciale.
Si conferma dunque con questa associazione il valore della gratuità del servizio svolto senza alcun costo aggiuntivo per i soggetti più deboli ed in difficoltà.
 

AnteprimaAllegatoDimensione
Elenco premiati Premio BB.pdf17.14 KB